Cosa puoi fare?

Metti a verbale la tua dichiarazione

Puoi partecipare alla mobilitazione presso il tuo seggio elettorale per chiedere di mettere a verbale la tua volontà tramite la seguente dischiarazione:

Il/la/* sottoscritto/a/* [nome e cognome] desidera venga messo a verbale come la suddivisione in file, liste, registri per genere o per sesso sia discriminatoria e lesiva nei confronti delle persone trans, di genere fluido, non binarie, o di tutte le identità che non si riconoscono nella dicotomia uomo-donna e che non vengono pertanto considerate e rispettate nella propria autodeterminazione.

 

Le procedure di voto ai seggi elettorali con file, liste o registri suddivisi in “uomini e donne”, come previsto da art.5 del DPR n°223 del 20 marzo 1967, costringono persone transgender e non binarie a coming out forzati circa la propria privacy e la rivelazione di dati sensibili che possono esporle alla possibilità di divenire bersaglio di ostilità, discriminazioni, violenza in virtù della propria identità di genere.

 

Per ulteriori riferimenti è possibile visitare la campagna Io Sono Io Voto – www.iosonoiovoto.it

Diventa accompagnatorə

Puoi segnarti come accompagnatorə nella lista della tua città o quartiere per sostenere e incentivare al voto le persone per cui potrebbe fare la differenza.

Per dare disponibilità compila il form:

Privacy Policy

Scopri in quali città ci sono già volontariə disponibili per l’accompagnamento ai seggi elettorali.

Sei presidente di seggio elettorale o fai parte dello staff?

Ecco le nostre linee guida per favorire l’inclusione e il rispetto per le persone trans*:

 

  • Evitare file separate
 
  • Evitare cartelli al banchetto con l’indicazione “uomini” e “donne” in corrispondenza dei registri (meglio utilizzare una suddivisione di tipo alfabetica)
 
  • Rendere nota a tutto il personale la problematica e accogliere le persone che vogliono lasciare la propria dichiarazione da mettere a verbale

Spargi la voce!

Condividi sui social questo sito e invita altre persone a sostenere la campagna e a firmare la petizione!